Pubblicato il

Pubblicata la raccolta  – 34 Slide ppt personalizzabili – Protocollo Covid-19 Scuole – 14/8/2021 Anno scolastico 2021/2022

Pubblicata la raccolta  – 34 Slide ppt personalizzabili – Protocollo Covid-19 Scuole – 14/8/2021 Anno scolastico 2021/2022
per realizzare la formazione obbligatoria relativa alla salute e sicurezza Covid-19 nelle scuole secondo il protocollo Covid-19 del 14/8/2021 Anno scolastico 2021/2022

_ risparmi tempo nel realizzare il materiale formativo per i corsi di aggiornamento Covid-19 nelle scuole

Immediato download dopo il pagamento con carta di credito, PayPal, Amazon Pay, Apple Pay.

Pubblicato il

Novità Check list Protocollo d’intesa per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2021/2022 nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19

Pubblicata la Check list Protocollo d’intesa per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2021/2022 nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19, sottoscritto dal Ministero dell’Istruzione e dalle Organizzazioni sindacali in data 14/8/2021

La Check list è organizzata in 14 fogli così organizzati:
1. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE MODALITA’ DI INGRESSO/USCITA
2. DISPOSIZIONI RELATIVE A PULIZIA E IGIENIZZAZIONE DI LUOGHI E ATTREZZATURE
3. DISPOSIZIONI RELATIVE A IGIENE PERSONALE E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE
4. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA MISURA DEL DISTANZIAMENTO
5. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA ORGANIZZAZIONE DELL’ATTIVITÀ CONVITTUALE, SEMICONVITTUALE, DEI PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L’ORIENTAMENTO (PCTO) E DEI PERCORSI DI ISTRUZIONE DEGLI ADULTI
6. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA GESTIONE DI SPAZI COMUNI
7. DISPOSIZIONI RELATIVE ALL’AERAZIONE DEGLI SPAZI
8. USO DEI LOCALI ESTERNI ALL’ISTITUTO SCOLASTICO E UTILIZZO DEI LOCALI SCOLASTICI DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI
9. SUPPORTO PSICOLOGICO, PEDAGOGICO- EDUCATIVO
10. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA GESTIONE DI UNA PERSONA SINTOMATICA ALL’INTERNO DELL’ISTITUTO SCOLASTICO
11. DISPOSIZIONI RELATIVE A SORVEGLIANZA SANITARIA, MEDICO COMPETENTE, RLS
12. COSTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE
13. DISPOSIZIONI FINALI
14. DURATA DEL PROTOCOLLO

Formato: MS Excel

 

Pubblicato il

Come gestire i controlli del Green Pass dal 6 agosto

 

Ecco dov’è obbligatorio avere il green pass, anche in zona bianca:

  • servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • sagre e fiere, convegni e congressi
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • concorsi pubblici.

KIT SOFTWARE COVID-19

Come applicare il Green Pass nei luoghi di lavoro

Le modalità di controllo della carta “verde” sono previste dal dpcm del 17 giugno 2021 all’art.13, come espressamente richiamato dal D.L. n. 105 del 23 luglio 2021.

La verifica delle certificazioni verdi Covid-19 è effettuata mediante la lettura del QR-code, utilizzando esclusivamente l’applicazione “VerificaC19”, che consente di controllare l’autenticità, la validità e l’integrità della certificazione e di conoscere le generalità dell’intestatario, senza rendere visibili le informazioni che ne hanno determinato l’emissione.

In base alle previsioni del comma 4 di tale articolo, l’intestatario del pass dovrà presentare idoneo documento di identità, su richiesta del soggetto addetto alla verifica.

Sarà sufficiente scaricare l’applicazione “VerificaC19” su un dispositivo dedicato all’ingresso del locale, anche privo di connessione internet (l’applicazione non necessita della connessione).

Non è previsto alcun trattamento dati ai fini privacy, così come stabilito dal comma 5 dell’art. 13 del DPCM 17 giugno 2021. Inoltre il Garante della Privacy, nel commento allo schema del dpcm, pubblicato il 9 giugno 2021, afferma che “tale app consente al verificatore di controllare l’autenticità, la validità e l’integrità della certificazione e di conoscere le generalità dell’interessato, senza rendere visibili al verificatore le informazioni che hanno determinato l’emissione della certificazione (guarigione, vaccinazione o esito negativo del test molecolare/antigenico rapido) e senza conservare i dati relativi alla medesima oggetto di verifica. Inoltre, è previsto che tale app effettui le predette operazioni, unicamente sul dispositivo del verificatore, anche senza una connessione dati (in modalità offline), procedendo contestualmente alla verifica dell’eventuale presenza dell’identificativo univoco della certificazione nelle liste delle certificazioni revocate (c.d. revocation list). Tali liste sono scaricate periodicamente dalla Piattaforma nazionale-Dgc e includono anche quelle degli altri Stati membri acquisite tramite il gateway europeo”.

Non tutti i lavoratori possono richiede il Green pass agli utenti, ma soltanto coloro che sono stati nominati in maniera formale dal datore di lavoro. L’art. 13, comma 4, infatti precisa che “i soggetti delegati […] sono incaricati con atto formale recante le necessarie istruzioni sull’esercizio dell’attività di verifica”.

Questo implica pertanto che la nomina dovrà essere corredata delle informazioni gestionali per la corretta supervisione dell’ingresso degli utenti, nel rispetto delle disposizioni vigenti. La consegna di tale informativa potrebbe inoltre essere accompagnata da un’attività di formazione a carattere pratico.

Fonte: redazionenews.it

Pubblicato il

Sicurezza del lavoro – Ruolo del medico competente nella gestione del dato vaccinale nell’ambito sanitario

In relazione all’applicazione dell’obbligo vaccinale anti Sars Cov 2 introdotto dal DL 44 per gli operatori della sanità, ed ad alcune iniziative che hanno cercato di coinvolgere impropriamente i medici competenti delle Aziende Sanitarie pubbliche e private nella gestione dei dipendenti di tali aziende che rifiutano la vaccinazione, l’Ufficio di Presidenza della SIML ha ritenuto opportuno produrre un documento atto a chiarire il reale ruolo del medico competente nella gestione del processo vaccinale. Si ringrazia la dr.ssa Teresa Emanuele Coordinatrice Area Sorveglianza Sanitaria Lavoratori Sanità DIRMEI della regione Piemonte per la collaborazione fornita alla stesura del documento.
Scarica il documento dal link in fondo alla pagina.

KIT SOFTWARE COVID-19

Ruolo del medico competente nella gestione del dato vaccinale nell’ambito sanitario

 

Pubblicato il

Covid-19 e sicurezza del lavoro – Guida per i lavoratori in via di guarigione e che devono rientrare al lavoro

Guida Covid-19 per i lavoratori in via di guarigione Dopo gli stress eccezionali — sia a livello fisico che psicologico — sofferti da chi ha contratto l’infezione da COVID-19 e/o è affetto da sindrome post-COVID, il rientro al lavoro può essere arduo. È possibile che incontriate ancora difficoltà con le attività quotidiane ma, per motivi finanziari o sociali, dovete lavorare per sostenere la vostra salute mentale.

SOFTWARE, CORSI ON LINE E MODULISTICA SICUREZZA DEL LAVORO PER GESTIRE IL COVID-19

  Se si è affetti da COVID-19, è meglio assentarsi dal lavoro fino a quando non ci si sente sufficientemente bene per riprendere la propria attività ma, con il giusto supporto, è possibile tornare a lavorare gradualmente o parzialmente quando non si è più contagiosi, se ci si sente abbastanza in forma per svolgere alcuni compiti. Per molti l’infezione dura un paio di giorni, benché frequentemente si protragga per due-quattro settimane (in tal caso si parla di «COVID acuta»). Scarica la guida
Pubblicato il

COVID – Privacy – Green Pass – come gestirlo sul luogo di lavoro

COVID – Privacy – Green Pass – come gestirlo sul luogo di lavoro

Delega ad hoc per gli addetti aziendali alla verifica del green pass Covid-19.
Devono essere incaricati formalmente e devono avere istruzioni su come fare i controlli. È quanto prevede il dpcm 17 giugno 2021 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 143 del 17 giugno 2021), che ha dato le disposizioni sulla piattaforma nazionale «digital green certificate» (Piattaforma nazionale-Dgc) per l’emissione e validazione delle certificazioni verdi Covid-19.

********************************
CORSI ON LINE PRIVACY – DPO – AGGIORNAMENTO DPO

*******************************

In sintesi, secondo quanto previsto dal decreto legge 52/2021, convertito dalla legge 87/202, le persone vaccinate o guarite o con un test negativo possono ricevere una certificazione verde digitale, utile a consentire mobilità e ingresso in luoghi in cui è necessario selezionare l’accesso per evitare diffusioni di contagio.

 

Pubblicato il

Covid 19 – Come ridurre il rischio della trasmissione dell’infezione – aggiornamento

Il Rapporto ISS “ Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: ambienti/superfici. Aggiornamento del Rapporto ISS COVID-19 n. 25/2020. Versione del 20 maggio 2021” fornisce utili aggiornamenti inerenti ai meccanismi di trasmissione del virus SARS-CoV-2.

********************************
SOFTWARE ISPEZIONE COVID-19
simulazione verifica ispettiva ASL/Organi di controllo

**********************************

Informazioni molto utili per migliorare il sistema di prevenzione rischi Covid-19 in azienda

Puoi scaricare tale documento dal seguente link

210520_Rapporto_ISS_COVID_12_2021_sanificazione_strutture_non_sanitarie_3

 

 

Pubblicato il

Sicurezza del lavoro – Agenti chimici – Nuovo allegato D.lgs 81/08

Sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato pubblicato il decreto interministeriale 18 maggio 2021 che recepisce la direttiva della Commissione Europea 2019/1831/UE del 24 ottobre 2019 e definisce un quinto elenco di valori limite indicativi di esposizione professionale per gli agenti chimici, in attuazione della direttiva 98/24/CE del Consiglio.
Il provvedimento sostituisce l’Allegato XXXVIII al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e ne aggiorna il contenuto in conformità con le disposizioni introdotte dalla direttiva n. 2019/1831/UE.
Link download

Pubblicato il

Aggiornamento modelli 231, sistemi di gestione, SA 8000, nuovi bandi e avvisi incarichi di consulenza

Sono state pubblicate le seguenti novità  per il tuo aggiornamento professionale

Modelli 231
Bando ISI INAIL 2020: 65% a fondo perduto per adozione modelli organizzativi 231
Whistleblowing: in arrivo la norma ISO 37002
Opportunità professionali per consulenti 231

Sicurezza del lavoro
Bando ISI INAIL 2020: 65% a fondo perduto per  certificazione SA8000 e ISO45001 – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)

Professione consulente
Bandi e Avvisi per nuovi incarichi professionali
Li puoi consultare dal seguente link

Pubblicato il

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale l’estratto dell’avviso pubblico per il bando Isi 2020.

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale l’estratto dell’avviso pubblico per il bando Isi 2020.

L’Inail mette a disposizione 211.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, solo ed esclusivamente per l’asse 2, gli Enti del terzo settore.

 

Le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.

L’importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenenti all’asse 4.

Nella sezione dedicata al bando, in Attività > Prevenzione e sicurezza > Agevolazioni e finanziamenti > Incentivi alle imprese, sono disponibili la modulistica e gli avvisi pubblici regionali per la documentazione di dettaglio.

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica per la presentazione della domanda, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata all’Avviso Isi 2020, entro il 26 febbraio 2021.