Pubblicato il software Audit Comunicazione Sicurezza del Lavoro

Share

home

Pubblicato il software Audit comunicazione sicurezza del lavoro, lo strumento in grado di migliorare l’efficacia dell’attività di formazione e informazione ed evitare comportamenti pericolosi da parte dei lavoratori.

Audit C.S.L. permette di individuare gli aspetti critici della comunicazione sicurezza del lavoro attuata in azienda e propone le soluzioni operative per renderla efficace ai fini della riduzione degli infortuni.

L’utente deve rispondere a 17 quesiti con risposta SI/NO, successivamente accede all’esito della verifica dove sono evidenziati i punti critici e proposte le soluzioni operative
Vedi esempio di esito finale verifica comunicazione sicurezza del lavoro

Requisiti: Windows XP, VISTA, Windows 7, Windows 8, sistemi operativi per MAC, Iphone e Ipad.
Numero aziende gestite: illimitate

In omaggio l’ebook: 7 strategie per comunicare correttamente la sicurezza del lavoro

Guarda il video demo della versione per Windows

Licenza per 2 pc
Disponibile a 299 euro + Iva
Effettua il pagamento o con carta di credito su protocollo sicuro PayPal




oppure con bonifico bancario (importo 364,78 euro) IBAN IT54 Y070 7202 4060 2900 0604 344 – Emil Banca  intestato a Edirama di M. Rapparini – Una volta effettuato il bonifico inviare copia via fax allo 051-74.50.786 o via email a info@edirama.org

 

Pubblicato in Formazione, Novità, software | Contrassegnato | Lascia un commento

Aggiornato il servizio Edirama Network

Share

E’ stato aggiornato il servizio Edirama Network lo strumento in grado di incrementare i contatti professionali dei consulenti che operano in ambito sicurezza del lavoro, certificazione, D.lgs 231/01, ecc.

 

Pubblicato in Novità | Contrassegnato | Lascia un commento

Pubblicato il sito www.magrasubito.com

Share

Edirama ha pubblicato il sito www.magrasubito.com, l’e-commerce di prodotti low cost per il dimagrimento e il benessere fisico.
Su www.magrasubito.com sono disponibili kit di dimagrimento costituiti da:
_ idromassaggio a tappeto
_ manipolo o guania/pantaloncino dimagrante
_ sali minerali drenanti
_ crema anticellulite e accumuli adiposi

Il grande vantaggio dei kit dimagranti è il notevole risparmio economico in quanto permettono di realizzare in casa trattamenti che assicurano un calo di peso fino a 500 gr, a soli 199 euro anzichè almeno 1.500 euro richiesti da un centro estetico.

Pubblicato in E-commerce, Novità | Contrassegnato , | Lascia un commento

Come misurare l’apprendimento dei corsi di formazione

Share

La valutazione dell’attività di formazione sicurezza del lavoro può avvenire prendendo in considerazione quattro parametri:
1. Valutazione diretta
2. Conoscenze acquisite o competenze acquisite
3. Cambiamento di comportamento
4. Risultati

Valutazione diretta
In genere quando si cerca la Valutazione diretta a una sessione di formazione i partecipanti sono invitati a compilare un “modulo di valutazione” a conclusione di ogni sessione del corso. Le tipiche domande da completare generalmente sono:
_ Qual è stata la sessione più utile sul corso?
_ Qual è stata la sessione meno utile il corso?
_ Era la sede appropriata?
_ Come potrebbe essere migliorato il corso ?
Queste domande raccolgono valutazioni sul corso, ma non misurano l’apprendimento o l’efficacia; un po’ ‘cinicamente alcuni formatori esperti si riferiscono a questi moduli come ” happiness sheets” “fogli felicità”

Conoscenze acquisite o competenze acquisite
Con questo metodo di domande valutative si verifica il trasferimento di conoscenza al partecipante al corso per es.
_ Spiegare come Z ….
_ Dammi la formula per W
Alternativamente si possono verificare le competenze nuove acquisite con domande del tipo:
_ Mostrami come legare una bobina
_ Dimostrami come cambiare la mola su quella smerigliatrice angolare

Cambiamento di comportamento
Il cambiamento di comportamento ottenuto dopo la formzione erogata è il metodo di valutazione forse più importante, ma è anche quello più difficile da misurare.
Chiedere al partecipante al corso come il suo comportamento è cambiato dopo che ha avuto il tempo sufficiente per mettere in pratica quanto appreso, può essere un valido approccio.
In genere può essere utile ricorrere a supervisori o a colleghi che analizzino il nuovo comportamento sul luogo di lavoro,

Risultati
Misurare i risultati della formazione in termini economici può essere molto difficile.
Il ritorno sugli investimenti per la formazione è ciò che i manager cercano, ma nell’ambito sicurezza del lavoro è arduo fare una valutazione economica, se non prendendo ad esempio come parametri la minore incidenza dei costi relativa a minori infortuni.
In tal senso è necessario realizzare per ogni settore aziendale una ….

migliorare_formazione_sicurezza_lavoro

 

 

 

 

(continua nel Consulting paper – Migliorare la formazione sicurezza del lavoro – Consigli e casi pratici di piani formativi per migliorare la sicurezza in azienda)
Per ricevere il Consulting Paper (formato ebook) a soli 29 euro i.e. clicca qui
(pagamento con carta di credito su protocollo sicuro PayPal) Lo ricevi entro 24 ore via email.

Contenuti:
_ Il processo di apprendimento
_ 20 consigli per migliorare la formazione sicurezza del lavoro
_ caso pratico: impostazione e programma formativo per migliorare la sicurezza in azienda
_ check list di autovalutazione

 

Autore: Dr. Matteo Rapparini
Pag. 20 – formato ebook

Pubblicato in Ebook, Formazione | Contrassegnato | Lascia un commento

Come presentare un preventivo consulenza inerente il D.lgs 231/01

Share

****** REALIZZA CORRETTI PREVENTIVI CONSULENZA 231 *********Il nuovo software Preventivo Rapido Consulenza 231
************************************
Come sappiamo la forma spesso è più importante della sostanza, per cui la presentazione di un preventivo di consulenza assume un’importanza fondamentale nel processo di “vendita” del servizio.

In particolare modo questo avviene quando il consulente propone un servizio di consulenza in ambito D.lgs 231/01, in cui spesso occorre confrontarsi con diversi profili aziendali, spesso a digiuno dell’argomento, ma palesemente attenti alla voce costi da sostenere.

In tale contesto la presentazione dell’offerta di consulenza deve essere curata nei dettagli.

Un preventivo di consulenza D.lgs 231/01 deve contenere uno schema delle fasi di lavoro previste, in modo tale da fornire al decisore essenziali elementi di valutazione.

La struttura di un preventivo di consulenza D.lgs 231/01 deve essere articolata nei seguenti argomenti:
_ Individuazione processi
_ Analisi rischi
_ Analisi procedure aziendali
_ Interviste funzioni apicali
_ Elaborazione documenti
_ Formazione
_ Istituzione ODV

Per ogni sezione è bene indicare un breve riassunto delle attività previste e del personale coinvolto e dei vantaggi che ricaverà l’azienda. Sarà inoltre importante stimare l’importo parziale previsto.

Per quanto concerne le modalità di pagamento è consigliabile definire un piano che sia parallelo all’avanzamento dell’attività di consulenza. In tal modo si dovrebbero evitare problematiche di insoluti, che ricordiamo bene, devono essere sempre evitati, anche a costo di interrompere l’attività di consulenza.

Con riferimento alle tariffe da applicare, la principale difficoltà è quella di stimare il tempo necessario per svolgere le varie attività.
Pertanto il preventivo deve essere redatto dopo avere effettuato un sopralluogo in azienda, consultato eventuale documentazione già presente (es. mansionario, organigramma, procedure, ecc) e avere parlato con i responsabili di funzione per verificarne la preparazione e la disponibilità.
Un preventivo serio non viene fatto a forfait ed è bene comunicarlo alla direzione aziendale, ricordando che spesso “chi meno spende più spende”, ovvero a fronte di preventivi concorrenti di importo più basso, si posso evidenziare nel proprio peculiarità quali l’analitica struttura e analisi e quindi una più reale aderenza ai costi effettivamente sostenibili.

****** REALIZZA CORRETTI PREVENTIVI CONSULENZA 231 *********Il nuovo software Preventivo Rapido Consulenza 231
************************************

Pubblicato in D.lgs 231, Marketing, Presentazione, Vita da consulente | Contrassegnato | Lascia un commento

Come rilanciare l’attività professionale del consulente sicurezza lavoro

Share

********** SVILUPPA NUOVI SERVIZI DI CONSULENZA ********
Con Kit Controllo di Gestione puoi offrire nuovi servizi
a valore aggiunto
Guarda la video demo
**************************************************************

 Molti clienti Edirama sono professionisti della consulenza aziendale e si trovano purtroppo a vivere le spiacevoli dinamiche di un mercato vittima del non felice momento macro-economico.

In tale contesto il singolo professionista deve reagire in modo nuovo, abbandonando  schemi operativi che nel corso degli anni avevano probabilmente dimostrato di essere efficaci.

Se i servizi proposti non hanno più richieste, occorre capire cosa vuole il mercato di riferimento. Un errore che spesso si fa è quello di raccontarsi “è un periodo così….torneranno tempi migliori..”: parole “auto-sabotanti” che sono il preludio al vero e proprio tracollo professionale.

La prima cosa da fare in presenza di un forte calo degli incarichi di consulenza è accettare il cambiamento: le aziende clienti, molte delle quali in difficoltà, non hanno smesso di avere bisogno di un consulente, ma non hanno più necessità probabilmente dei servizi offerti dal consulente. Il concetto deve essere chiaro perchè aiuta a trovare la soluzione alla problematica oggetto della presente.

Al di là di segmentare i servizi di consulenza proposti e di specializzarsi in nicchie di mercato sempre più difficilmente individuabili, quello che il consulente deve fare è  ampliare la gamma di servizi proposti ad aree a lui culturalmente “lontane”, cercando di capire quali siano le pressanti esigenze delle aziende nell’attuale momento.

Per fare questo è sufficiente crearsi una matrice in cui indicare per ogni azienda cliente le esigenze a 360° non solo in ambito cogente ma anche in termini ad esempio gestionali (es. riduzione dei costi, incremento dei volumi di vendite) e cercare di proporre soluzioni praticabili in termini tecnici ed economici, possibilmente in collaborazione con professionisti esperti della materia.

E’ consigliabile, là dove esistono rapporti diretti con la direzione generale o il titolare, raccogliere le informazioni e proporre interventi di consulenza mirati.

Nelle maggior parte delle aziende l’esigenza primaria attuale è quella di migliorare le performance aziendali: riduzione dei costi e incremento dei ricavi. Il tutto passa dall’offrire soluzioni che migliorino i processi aziendali, ovvero proporre un check – up che aiuti a individuare i punti critici e le soluzioni da adottare al fine di correggerli.

Pur non possedendo specifiche competenze di gestione aziendale, il consulente sicurezza può attrezzarsi con strumenti software in grado di realizzare automaticamente tale analisi.

Edirama ha sviluppato un prodotto specifico – Kit controllo di gestione – che associa due strumenti di analisi per realizzare check up aziendali completi.

Kit Controllo di gestione è costituito dai seguenti software:
1) Check Azienda
2) Analisi di Bilancio DOC

1) Check Azienda
Questo software permette di ottenere una valutazione qualitativa dei punti critici aziendali. L’utente deve rispondere in modo si/no a  34 quesiti specifici per le seguenti aree sensibili aziendali:
_ organizzazione e strategia
_ gestione del personale
_ approvvigionamenti
_  rapporti con le banche
_ marketing e vendite
_ situazione economico-finanziaria

Al termine della valutazione, l’utente accede al report “Indicazioni per migliorare l’azienda” ove sono riportate indicazioni operative da applicare.

2) Analisi di Bilancio DOC
E’ un software in formato MS Excel che consente di inserire i dati di bilancio e ottenere una completa analisi patrimoniale, finanziaria e della redditività  grazie ai 12 indici.

Con Kit controllo di gestione il consulente sicurezza del lavoro può offrire un nuovo servizio alle aziende clienti, pur non avendo specifiche competenze gestionali.
Sarà il software a fornire le indicazioni correttive da proporre ai clienti in base ai dati inseriti!

Il servizio di Check-up aziendale può essere proposto a un prezzo tra i 500 e i 1.500 euro per azienda. Si tratta quindi di un’ottima opportunità professionale da attivare immediatamente.

 

Pubblicato in Business, Crescita personale, Presentazione, Vita da consulente | Contrassegnato | Lascia un commento

Pubblicato Kit Gestione libretti impianti di climatizzazione

Share

Gestione libretti impianti di climatizzazione è il software che permette di gestire rapidamente i libretti di impianto climatizzazione ai sensi del DM del 10 febbraio 2014.

Il software viene fornito con i modelli in MS Word del libretto d’impianto, e i  4 rapporti di efficienza energetica (Gruppo termico, Gruppi frigo, Scambiatori, Cogeneratori.

In tale modo l’utente può generare e gestire un numero illimitato di libretti e rapporti di efficienza energetica, gestendoli poi con il software Gestione libretti impianti di climatizzazione.

Il software è strutturato in  3 sezioni:

_ Gestione Libretti

_ Gestioni componenti

_ Gestione scadenze

Gestione libretti

Permette di gestire i libretti d’impianto, grazie alla possibilità di ricercarli rapidamente con le funzioni di ricerca e aprirli direttamente nel relativo formato (MS Word, Open Office, ecc)

Questa sezione consente di gestire anche i rapporti di efficienza energetica o qualsiasi altro documento relativo all’impianto.

Gestione componenti

Permette di registrare per ogni impianto le sostituzioni dei componenti e gli interventi di manutenzione, allegando qualsiasi documento. E’ inoltre possibile effettuare rapide ricerche per singolo impianto/manutenzione o componente/date di scadenza/date di intervento, selezionando inoltre più campi di ricerca contemporaneamente

Scadenze

Questa sezione permette di avere sempre sotto controllo le scadenze degli interventi di manutenzione o di sostituzione dei componenti degli impianti. In particolare è possibile individuare:

_ le attività componenti scaduti

_ le attività/componenti in scadenza entro 30 gg.

_ le attività/componenti in scadenza tra 30 e 60 gg.

oppure definire autonomamente date e intervalli di scadenza.

Il pacchetto Gestione libretti impianti termici per la climatizzazione è disponibile per PC WIndows, MAc, Ipad e Iphone.

La licenza è per 1 dispositivo.

Una volta effettuato il pagamento ricevi il prodotto entro 24 ore per email.

Scopri l’offerta speciale – clicca qui

 

Pubblicato in Documenti, Novità | Contrassegnato | Lascia un commento

Come tutelarsi se il cliente non paga!

Share

Il mancato o ritardato pagamento dei crediti costituisce epr i professionisti e le pmi un grave problema, molto diffuso in Italia, nonostante vi siano norme recenti che sanzionano i ritardi di pagamento con interessi considerevoli (8,25%) rispetto al saggio legale di legge (oggi 1%) per i pagamenti effettuato oltre il 30° giorno.

In caso di insoluto è possibile ricorrere a tre strumenti giuridici:
_ la mediazione
_ l’arbitrato
_ autorità giudiziaria

La mediazione ha il vantaggio di essere fruibile a costi assai ridotti e in tempi brevissimi (entro tre mesi) ma necessita del consenso del debitore.
L’arbitrato richiede che debba essere inserita nel contratto la clausola compromissoria (art. 808 del codice civile). Per i contratti di valore fino a 50mila euro è consigliabile prevedere un arbitrato amministrato con arbitro unico.
La scelta della via giudiziaria è più costosa e articolata. Il Codice di procedura civile prevede che si possano presentare al Giudice di pace le domande di valore non superiore a 5mila euro quando dalla legge non siano attribuite ad altro giudice. Per le cause di valore superiore, la competenza è del tribunale.

Al fine di evitare tali problematiche Edirama Software ti mette a disposizione una serie di strumenti molto semplici da utilizzare:
_ Gestione scadenze pagamenti e incassi
_ Rating Affidabilità Clienti

Pubblicato in Business | Contrassegnato | Lascia un commento

Speciale software 49 € – sconti fino al 90%

Share

Scopri i software in promozione a 49 euro su software.edirama.org – sconti fino al 90%

Pubblicato in Novità | Contrassegnato | Lascia un commento

Pubblicato Kit D.lgs 19/2014 – aggiornamento valutazione rischi prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario

Share

Kit prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario.

E’ lo strumento per aggiornare il documento di valutazione dei rischi nel settore ospedaliero e sanitario così come previsto dal Decreto Legislativo n. 19 del 19 febbraio 2014, pubblicato sula Gazzetta Ufficiale 57 del 10/3/2014

Il Kit consente di effettuare tale adempimento in modo rapido e completo.

E’ composto da:
_ Check D.lgs 19/2014, software per verificare la conformità aziendale al D.lgs 19/2014
_ Guida alla valutazione dei rischi ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario
_ Procedura  prevenzione rischi ferite da taglio o da punta

kit1914proc

 

 

 

_ Slide ppt formazione addetti (prevenzione rischi ferite da taglio o da punta)

kit1914

 

 

 

_ Modulistica di supporto

Il Kit è disponibile a 299 euro + Iva.
Una volta effettuato il pagamento il prodotto viene inviato per email entro 24 ore dall’ordine
Pagamento con carta di credito mediante PayPal – Clicca qui
Pagamento con bonifico bancario – Importo bonifico: 364,78 Iva inclusa
IT54 Y070 7202 4060 2900 0604 344 – Emil Banca intestato a Edirama di M. Rapparini – Una volta effettuato il pagamento inviare la ricevuta per email a info@edirama.org o per fax allo 051-74.50786

Pubblicato in Novità, Valutazione dei rischi | Contrassegnato | Lascia un commento