Pubblicati i nuovi listini Edirama 2015 con sconti fino al 50%

Share

Abbiamo pubblicato i nuovi listini relativi ai seguenti prodotti:

SoftwareCorsi on lineSupporti per la formazione

Per maggiori informazioni: 051-35.38.38

 

Pubblicato in listino nuovo | Lascia un commento

Da oggi è possibile acquistare i software Edirama a rate

Share

Da oggi puoi acquistare i software e i corsi on line Edirama, scegliendo di pagare in 6 rate a costo zero.

Es. Importo acquisto Iva inclusa: 500 euro
Pagamento rateale Edirama in 6 rate, di cui la prima al momento dell’ordine e le altre 5 ogni 30 giorni:
1a) al momento dell’ordine di importo pari al 50% = 250 euro
2a, 3a, 4a, 5a, 6a rata ognuna di 50 euro ogni 30 giorni.

Requisiti: possedere carta di credito con scadenza non inferiore a 6 mesi dalla data dell’ordine.

Importo minimo dell’ordine: 299 euro

Come funziona
Scegli i software o i corsi on line Edirama che usufruiscono di tale agevolazione. Poi chiamaci allo 051-35.38.38 o scrivici a info@edirama.org per ricevere la modulistica per attivare il pagamento rateale.

Per maggiori informazioni tel. 051-35.38.38 o compila il modulo sottoriportato. I dati saranno trattati ai sensi del D.lgs 196/03

Nome e cognome: *
E-mail: *
Prodotti per i quali è richiesto il pagamento a rate: *

 

Pubblicato in Presentazione | Lascia un commento

Offerte Black Friday – sconto 50% software e corsi on line Edirama

Share

Il Black Friday è l’appuntamento pre-natalizio di grandi sconti molto diffuso negli Stati Uniti e da qualche anno anche da noi.
Quest’anno potrai risparmiare il 50% su tutti i software presenti nel catalogo Edirama e il 30% sui corsi on line effettuando l’acquisto venerdì 28 novembre 2014

Software Edirama – copia il codice sconto bf2014 e inseriscilo nel campo buono sconto del carrello elettronico su edirama.software.org oppure su www.certificazione.info

Corsi on linespeciale sconto 30% 

Per maggiori informazioni Tel. 051-35.38.38

Pubblicato in Presentazione | Contrassegnato | Lascia un commento

Pubblicato il software DPI Manager

Share

home

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DPI MANAGER è il software per gestire in sicurezza e velocemente i dispositivi di protezione individiuale.

In particolare consente di:
_ gestire i controlli e definire il calendario dei controlli
_ gestire le scadenze delle sostituzioni
_ gestire la distribuzione dei DPI presso i lavoratori
_ gestire i costi di acquisto dei DPI
_ gestire i DPI smarriti
_ gestire i costi dei DPI smarriti.

DPI MANAGER è disponibile in due versioni:
_ aziendale
_ multiaziendale (gestisce contemporaneamente un numero illimitato di aziende)

Vantaggi
_ eviti le sanzioni per scadenze non rispettate DPI
_ riduci i tempi di gestione distribuzione e controllo DPI
_ completa gestione costi DPI

Requisiti – Windows Xp, Vista, Windows 7 e 8
Spazio libero su h.d. 150 mb

Accedi al video demo dal seguente link

Pubblicato in Novità, software, Valutazione dei rischi | Contrassegnato | Lascia un commento

Come rendere efficace una presentazione di Power Point

Share

********** KIT FORMAZIONE SICUREZZA DEL LAVORO *********
Se fai formazione devi averlo come numerosi consulenti che lo hanno già scelto. Perchè risparmi tempo nel preparare le slide, disponi di presentazioni già pronte che puoi stampare e distribuire come dispense, hai già i test pronti da utilizzare, hai anche il software per gestire tutti i corsi da te organizzati + in omaggio il kit formazione per i corsi a preposti e dirigenti
OGGI IN OFFERTA CON LO SCONTO DI 100 €

*****************************************************************

PowerPoint è un programma della suite Microsoft Office che viene usato per creare una serie di diapositive per presentazioni accattivanti e stimolanti, con la combinazione di testo e immagini. Tuttavia le abilità per rendere queste presentazioni eccellenti sono spesso trascurate. Se ritieni che la tua presentazione abbia bisogno di un qualcosa in più, leggi di seguito alcune idee utili a renderla da “così così” ad “assolutamente stupefacente”

Fondamentalmente per rendere efficace una presentazione di PowerPoint devi seguire tre step:
1) Creare il tuo racconto
2) Utilizzare una struttura già definita
3) Memorizzare la presentazione

1) Creare il tuo racconto
Il primo step è quello relativo alla definizione del messaggio principale che vuoi che la gente ricordi una volta terminata la presentazione.

2) Sintesi
Nelle slide devi essere sintetico, e anche tutta la presentazione non deve essere troppo pesante per chi la segue

3) Pianificare la struttura della presentazione
E’ necessario definire (meglio su carta) la struttura della presentazione, una sorta di sommario su cui costruire la presentazione.

4) Riduci il testo
Preferibilmente le slide dovrebbero contenere meno testo possibile per non distrarre il pubblico dai contenuti verbali della lezione. E’ preferibile presentare il testo come elenco puntato.

5) Distribuisci le dispense
Realizza delle dispense in cui sono riportate le slide di ppt e a fianco dello spazio per prendere appunti.

6) Semplificare la struttura delle slide
Togli le animazioni di transizione, le ClipArt, gli effetti sonori, i modelli pieni zeppi di elementi. Distraggono e non apportono in genere migliorie all’apprendimento.

7) Prepara la presentazione
Prima di entrare in aula, simula la presentazione, evitando di soffermarti perissequamente ai contenuti di ogni slide.

8) Regola del 20/10/30
Ricorda la regola del 20/10/30: 10 diapositive al massimo per non più di 20 minuti e con font sempre più grandi di 30 punti.

9) Guarda i maestri di Power Point
Ad esempio le presentazioni di Steve Jobs hanno fatto scuola

********** KIT FORMAZIONE SICUREZZA DEL LAVORO *********
Se fai formazione devi averlo come numerosi consulenti che lo hanno già scelto. Perchè risparmi tempo nel preparare le slide, disponi di presentazioni già pronte che puoi stampare e distribuire come dispense, hai già i test pronti da utilizzare, hai anche il software per gestire tutti i corsi da te organizzati + in omaggio il kit formazione per i corsi a preposti e dirigenti
OGGI IN OFFERTA CON LO SCONTO DI 100 €

 

 

Pubblicato in Formazione | Contrassegnato | Lascia un commento

Le offerte di venerdì 15/11/2014

Share

Gli ebook pratici, low cost, con informazioni esclusive, per il tuo aggiornamento
professionale rapido

_ Sicurezza del lavoro e ispezioni: cosa occorre sapere

_ Aspetti pratici per redigere il dvr procedure standardizzate

_ Come ottimizzare i costi della sicurezza del lavoro

_ Domande di controllo ispezione sicurezza del lavoro

_ Consulenti – 10 consigli per superare la crisi

_ Aspetti pratici per avviare e sviluppare l’attività di consulente sicurezza del lavoro

->->->Speciale promozione sconto 50% per i corsi on line 231 valida fino a domani sabato 15/11/2014

->->->Scarica gratis oltre 50 software da software.edirama.org area software gratuito

Pubblicato in Ebook | Contrassegnato | Lascia un commento

Come gestire le riunioni di lavoro

Share

Molto spesso le riunioni finiscono per essere scarsamente produttive, se non assolutamente inutili. Insomma, una perdita di tempo da evitare.

riunione

La riunione dovrebbe avere come principali obiettivi non solo il motivo per cui è stata convocata, ma deve sempre creare comunicazione e scambio costruttivo tra i partecipanti, fare “squadra”, motivare le persone a migliorare le proprie performance e quelle dell’azienda e del gruppo di lavoro. È innanzitutto necessario fissare un solo obiettivo per riunione, poi fornire una calendarizzazione pianificata in anticipo, tempi sicuri, scegliere con cura le persone realmente interessate alla riunione e imparare a gestirle efficacemente.

1) Le riunioni non vanno improvvisate, ma devono essere sempre preparate con cura.

2) La “prevenzione” delle problematiche costa sicuramente meno della loro eventuale risoluzione.

3) Anche i tempi di lavoro devono essere rigorosamente programmati e i partecipanti invitati caldamente alla puntualità.

4) Fondamentale, poi, è la figura del conduttore: suo principale compito è quello di far progredire la discussione in modo costruttivo, valorizzando gli interventi dei singoli, incanalando la riflessione verso il risultato desiderato, scoraggiando i dibattiti inutili.

home
Il nuovo software per gestire le riunioni

Pillole e consigli utili per rendere più efficaci le riunioni 

  • Ogni riunione deve avere solo un obiettivo, che deve essere estremamente chiaro a tutti i partecipanti. Più obiettivi creano continue divagazioni e pochi risultati pratici, stimolando solo insoddisfazione, disagio e senso di inutilità.
  • Le corrette riunioni sono organizzate come incontri brevi e mirati.
  • Devono partecipare solo i diretti interessati. Chi non lo è si annoierà o creerà disturbo. Se per ragioni di “opportunità” si devono convocare tutti, a quelli meno interessati si potrà lascia- re la possibilità di decidere se partecipare o no.
  • La corretta organizzazione prevede di dare ad alcune riunioni carattere di periodicità, fissandone le date in agenda con mesi di anticipo.
  • Questo previene e riduce il problema delle assenze di alcuni partecipanti dovute ad impegni presi in precedenza e induce il gruppo ad una maggior attenzione alla gestione del tempo, proprio e degli altri.
  • Nella convocazione ufficiale inserire data, luogo, ora di inizio, ora di fine, il motivo (Obiettivo) della riunione.
  • Molte riunioni, anche se già calendarizzate, prevedono comunque una convocazione scritta, con magari un “rinforzo” telefonico per verificare sia l’avvenuta ricezione, sia per comunicare l’eventuale, ufficiosa, “non-obbligatorietà” per qualcuno.
  • L’ora di inizio e, soprattutto, l’ora di fine, vanno rispettate tassativamente. I ritardi d’inizio delle riunioni generano enormi costi sia economici (tempo/lavoro sprecato nell’attesa dai partecipanti puntuali), sia motivazionali (clima, senso di perdita di tempo, tensioni nel gruppo).
  • A proposito della fine della riunione, è fondamentale che i partecipanti sappiano con certezza a che ora possono riprendere l’operatività normale ed i loro impegni professionali.
  • Iniziate la riunione sempre all’ora stabilita, anche se qualche partecipante è assente. Evitate assolutamente di “far chiamare” i ritardatari per dir loro che la riunione ha inizio: serve solo ad aumentare nel tempo i loro ritardi e quelli degli altri che, vedendo vanificata la loro puntualità, tenderanno ad adeguarsi.
  • In ogni riunione dovrebbe esserci un “moderatore” con il compito di mantenere la riunione dentro i binari prestabiliti. Non deve necessariamente essere il Capo.
  • Perseguite costantemente un clima collaborativo e di scambio di opinioni, esperienze, informazioni. Non evitate i piccoli contrasti, anzi fateli emergere e dibatteteli tranquillamente: eviteranno di sfociare in conflitti o dispute personali.
  • Usate una comunicazione calma, assertiva, diplomatica, nel rispetto di tutte le persone e di tutte le idee ed opinioni, anche le più assurde.

Vuoi migliorare la gestione delle riunioni aziendali? Puoi farlo con I-Meeting, il software specifico per gestire le riunioni

Pubblicato in Controllo di gestione, Vita da consulente | Contrassegnato | Lascia un commento

Vita da consulente – Vuoi farti pagare per un tuo parere?

Share

********** CERCHI CLIENTI IN AMBITO SICUREZZA LAVORO  E CERTIFICAZIONE? *************

Abbiamo per te due soluzioni:
_ Edirama network
_ Deal consulenza

*****************************************************

In un momento molto delicato per la consulenza in ambito sicurezza del lavoro e certificazione, un fenomeno molto frequente, e alquanto “fastidioso” per il professionista, è quello di vedersi costretto  a fornire una consulenza di base gratuita al potenziale cliente, con il risultato spesso di non vederlo più.

E’ una problematica molto diffusa alla quale però è possibile rimediare con alcuni piccoli accorgimenti.

1) Proporre un check-up a pagamento anzichè gratuito, motivandolo con la serietà del servizio fornito, magari ricordando al potenziale cliente che “dal medico non si paga solo l’eventuale intervento ma anche la visita”

2) Evitare di fornire soluzioni gratuite mirate sulle esigenze del cliente

3) Essere chiari nel formulare l’eventuale proposta di preventivo

4) Aggiornare il proprio curriculum professionale così da giustificare la non gratuità del servizio pre-consulenza

5) Parlare più di benefici che di strumenti e modalità per ottenerli.

********** CERCHI CLIENTI IN AMBITO SICUREZZA LAVORO  E CERTIFICAZIONE? *************

Abbiamo per te due soluzioni:
_ Edirama network
_ Deal consulenza

*****************************************************

Pubblicato in Presentazione, Vita da consulente | Contrassegnato | Lascia un commento

Gratis check list sorveglianza sanitaria

Share

E’ disponibile gratuitamente  la check list Sorveglianza Sanitaria
uno strumento utile per verificare elementi sanzionabili
in ambito visite mediche periodiche lavoratori
Puoi scaricarla dal seguente link:
https://www.dropbox.com/s/gqfpd09eac2n1zc/sorveglianza_sanitaria.pdf?dl=0

Pubblicato in Documenti | Contrassegnato | Lascia un commento

Tasi: i controlli per non sbagliare

Share

************ TASI FACILE *********
Il software per calcolare rapidamente
l’acconto  TASI
***********************************

Riepiloghiamo le regole per effettuare una corretta determinazione del tributo TASI.

1) Scaricare la delibera comunale
Con un pò di pratica è possibile in maniera autonoma calcolare il tributo ed effettuare il relativo versamento: è però necessario conoscere la delibera del comune in cui si trova l’immobile scaricandole dal sito www.finanze.it.

2) Conoscere la rendita catastale
Il secondo passo per calcolare il tributo è conoscere quanto vale per il fisco il proprio immobile -> Rendita catastale

5) Come pagare
La Tasi si paga con modello F24 in banca, posta, online o con l’apposito bollettino postale. Il versamento è pari al 50% del tributo dovuto per l’anno. Chi utilizza il modello F24 deve compilare, oltre ai dati anagrafici, la sezione «Imu ed altri tributi locali» indicando codice catastale del Comune, numero di immobili per cui si esegue il versamento, anno di imposta cui si riferisce il pagamento e importo da versare barrando la casella «acconto». Il codice tributo per l’abitazione principale e le pertinenze è 3958; quello per gli altri fabbricati il 3961

************ TASI FACILE *********
Il software per calcolare rapidamente
l’acconto  TASI
***********************************

Pubblicato in software tributi | Contrassegnato , | Lascia un commento